ADONE BRUGNEROTTO

BIOGRAFIA

BIOGRAFIA 

Adone Brugnerotto lavora a Olmi di Treviso in via Genova 17.

Si dedica alla pittura fin da giovanissimo.L’ambiente industriale,che ha frequentato per anni,ha avuto ed ha ancora un’influenza determinante sulla sua ricerca artistica.la produzione più recente si è espressa attraverso una serie di cicli pittorici dedicati a temi e suggestioni della fabbrica e del suo mondo (archeologie industriali,organi meccanici,disegno industriale,taccuini tecnici ecc.).Inizia l’attività espositiva sul finire degli anni ’60.Negli anni ’70e ’80 partecipa alle collettive ed ai concorsi banditi dalla Fondazione Bevilacqua la Masa di Venezia.E’ presente nella Rassegna Documentaria intitolata “Situazione Oggi”,l’arte a Treviso negli anni’70,tenuta Ca da Noal in Treviso 1980.Nello stesso anno tiene una personale alla Pinacoteca Comunale “Alberto Martini” di Oderzo dove espone grandi tele di juta con impasti di gesso graffiato mais monocromatici,che già contengono riferimenti al disegno geometrico ed industriale.Partecipa alla rassegna a tema : “L’Artista tra Pubblico e Privato” presso la Galleria della Fondazione Bevilacqua la Masa di Venezia nel 1981.Dello stesso periodo è la mostra personale alla Galleria La Roggia di Pordenone curata da Enzo di Grazia.Nel 1982 prende parte al concorso “Bozzetti per Muri Dipinti a Venezia ” bandito dalla Fondazione Bevilacqua la Masa per conto del comune di Venezia.L’opera viene premiata e quindi realizza il dipinto murale di grandi dimensioni sulla facciata esterna di un edificio pubblico.Successivamente partecipa alla mostra “Bozzetti per Muri Dipinti a Marghera”.E’ presente nella mostra a tema “Autoritrattazioni” presso al Fondazione nell’estate del 1982.Nel 1983 espone alla Galleria Torbandena di Treviso,con la presentazione di Maria Grazia Torri,una serie di bacheche contenenti disegni meccanici con rilievi ed oggetti interpretati in chiave dadaista.L’anno successivo espone al Centro Iniziative Cuturali di Conegliano,con la presentazione di Carlo de Roberto,un ciclo di disegni su carta,di grandi dimensioni,dedicati alla meccanica pesante.E’ invitato a partecipare alla Biennale Internazionale di Disegno di Rijeka alle edizioni 1984,1986,1988 e 2001.Nel 1985 è invitato da Enrico Crispolti ad esporre alla rassegna “Una nuovissima Generazione nell’arte italiana” tenuta alla Fortezza Medicea di Siena.nel 1987 la Galleria della Fondazione Bevilacqua la Masa ospita una sua personale dedicata alle bacheche contenenti disegni industriali ed oggetti.Nell’estate dello stesso anno partecipa al Concorso a tema “Oltre ogni Nomenclatura” tenuto a  Jesolo a cura di Luigina Bortolatto.E’ presente nella rassegna “Arte a Treviso”Prima Biennale Provinciale d’Arte Contemporanea,tenuta al Palazzo dei Trecento di Treviso,a cura di Luigina sul finire del 1987.E’ invitato da Enrico Crespolti a partecipare al Concorso Triveneto indetto dalla Società SNIA-BPD intitolato “Il Lavoro negli Anni ’80 “tenuto a Tor Viscosa nel 1988.L’opera dal titolo “Fucina Nera”viene segnalata.Nel 1991,con la presentazione di Maria Grazia Torri,espone in un personale presso Ca’ dei Carraresi di Treviso,le tele del ciclo dedicato alla meccanica pesante(viti senza fine,cilindri e altro).L’anno dopo,su invito di Paolo del Giudice,espone alla rassegna “Dieci Artisti a Confronto”nell’ambito dea manifestazione EXPO 92 di Villorba.E’ invitato da Luigina Bortolatto a partecipare con alcune opere del ciclo “Camere Oscure” all’esposizione Memorie ed Attese 1985.1995,tenuta nell’ambito della XLVI Biennale Internazionale d’Arte di Venezia-Edizione del Centenario a Villa Pisani di Strà nel 1995.Partecipa alle mostre a tema : “Nuove Iniziazioni,Riti di Passaggio”presso il Palazzo dei trecento a Treviso nel 1999 e “L’Apparenza del reale” presso il Centro Le Venezie di Villa Letizia di Treviso nel 2000,entrambe a cura di Luigia.Nel 2003 è invitato da Angelo Bertani ad allestire una sala personale nell’ambito della Rassegna Annuale d’Arte Hic et Nuno di San Vito al Tagliamento dove espone una sequenza di tele dedicate alla meccanica pesante.Segue nel 2004 una personale,in contemporanea cn Mirella Brugnerotto,alla Galleria D.A.G. Design Art Gallery di Roncade.Nel 2001 inizia a produrre una sorta di taccuino tecnico/diario di tavolette di schizzi di cantiere,particolari meccanici,proiezioni,idraulica e altro ancora.

SULL' ARTISTA

   

Si è dedicato alla pittura fin da giovanissimo partecipato alle iniziative della Fondazione Bevilacqua la masa di Venezia.e’ presente in modo significativo sulla scena espositiva del nord-est con mostre personali e di gruppo,in gallerie pubbliche e private.L’ambiente industriale,che ha frequentato per anni,ha avuto un’influenza determinante sulla sua ricerca artistica.La produzione più recente si è espressa attraverso cicli pittorici dedicati a temi di suggestioni della fabbrica e del suo mondo.I lavori recenti appaiono per lo più come grandi “forme”nere che invadono il campo bianco.

 PERSONALI RECENTI : 

   

  • Oasi arte” Quinto di Treviso ,  Centro Visitatori ,  Giugno 2009 
  • Reperti Industriali Feltre  ,   Galleria Comunale Claudia Augusta  , Settembre 2009 
  • Opere su carta Pordenone  , Associazione culturale La Roggia , Aprile 2010 
  • I Sensi dell’Arte Oderzo  , Spazio Gellius  , Settembre 2010 
  • Ca Lozzio incontri Piavon di Oderzo  , Dicembre 2010        

CONTATTI

INDIRIZZO : Studio : Via Genova 17 Olmi di Treviso (TV)

CONTATTI : 345 4015487 

e-mail : a.brugnerotto@hotmail.it 

DOVE TROVARMI

LA GALLERY

6 + 12 =