Biografia Sebastiano Ricci

Sebastiano Ricci nasce a Belluno nel 1659. Il suo apprendistato artistico si forma a Venezia,nella quale città guadagna una notevole fama: viene considerato,infatti,dai contemporanei,una delle principali figure della rinascita della Pittura Veneta del Settecento . Ricci inaugura un tipo di pittura basata sugli studi delle opere di Paolo Veronese e sugli esempi del Barocco maturo che ebbe grande influenza sullo sviluppo dell’arte veneta del Settecento. Allievo a Venezia di F.Cervelli,all’età di 22 anni si trasferisce a Bologna per fuggire ad un’accusa di omicidio e da lì vagabonda per le città del centro Italia come Modena,Firenze,Roma e Parma prima di spostarsi a Vienna per lavorare nel castello di Schönbrunn. A Bologna,l’artista conosce l’opera dei Carracci,a Parma lavora in collaborazione con F.Bibiena alla decorazione dell’oratorio della Madonna del Serraglio la qual opera rivela l’influsso del Correggio e del Parmigianino;a Roma studia P.da Cortona,G.Lanfranco,G.B: Gaulli . Fatto ritorno in Italia nel 1696 con la fama di grande decoratore oltre che di pittore ad olio,riceve molte commissioni importanti a Venezia e a Firenze.Dal 1712 lavora in Inghilterra con il nipote Marco e crea luminose opere che vanno a confermare la sua fama internazionale;rimarrà a Londra fino al completamento della decorazione della cupola di St Paul’s e dell’Hampton Court Palace .Facendo ritorno in patria,Ricci si ferma a Parigi dove ha occasione di incontrare il pittore rococò Jean Antoine Watteau nel cui studio copia alcuni disegni che avranno completamento una volta tornato in Italia. Nonostante la vita impegnata nel vagabondaggio,che non gli permetteva di avere molte commissioni,la sua carriera itinerante ha contribuito alla diffusione della conoscenza dell’Arte Decorativa Italiana,conquistando,con il suo stile vivace e il colore chiaro e luminoso,committenti del mondo ecclesiastico e Corti da tutta Europa. Sebastiano Ricci muore nel 1734 .