TEXT Cà dal Zotto

La costruzione d’indubbio fascino e di eccellente prestigio risale al XV secolo e la sua destinazione originaria era quella di residenza per gli agricoltori e i contadini che coltivavano le terre vicine. L’edificio Casa Dal Zotto si presenta semplice ma con un’evidente eleganza grazie alle caratteristiche che la rendono notevole: gli elementi costruttivi e decorativi, l’epoca di costruzione e la sua struttura compositiva.Di particolare importanza è il ruolo che ricopre la parte destinata a portico e loggia: esso presenta due colonne di pietra che poggiano su un poggiolo in muratura e terminano con due eleganti e semplici capitelli, che sorreggono una trave in legno che a sua volte sorregge la loggia e i mensoloni di legno della travatura del soffitto.A destra della porzione d’immobile composto dalla loggia e dal porticato si sviluppa un’altra parte dell’edificio, di epoca successiva, ma che si inserisce in modo armonioso con la costruzione del XV secolo e la linea di gronda, decorata in modo arcaico ma raffinato mediante l’utilizzo di mattoni con inclinazioni diverse e ripetute, assieme al colmo fungono da unificatori per la composizione.Ca Dal Zotto fu notata anche dall’attento scrittore Giovanni Comisso che la portò come esempio di architettura rurale veneta.