TEXT Le Mura di Treviso

Le antiche mura di Treviso compaiono nel Medioevo e comprendevano tredici porte, ma già in epoca romana il Municipium Tarvisium era protetto da acqua e  da una cinta difensiva. Nel 1509,  per scongiurare il pericolo derivante dalla Lega di Cambrai, costituita l’anno prima dagli Stati europei in funzione anti veneziana, Frà Giovanni Giocondo, ingegnere idraulico e militare, riceve incarico dalla Serenissima per progettare le  attuali mura, capolavoro di architettura bastionata.   La cinta muraria,  lunga circa cinque chilometri, prevedeva un sistema di chiuse per allagare la spianta circostante e una spessa muraglia, sostenuta da un terrapieno,  dotata di torrioni e cannoniere, decorata da un cordolo continuo e stemmi  in pietra d’Istria. Le porte monumentali erano tre: Porta S.S Quaranta,  Porta San Tomaso e Porta Altinia ben conservate tutt’ora.Ora il terrapieno delle mura è un lungo viale fiancheggiato da ippocastani, l’ideale per un po’ di jogging, una passeggiata con il cane o per un’uscita romantica.