VILLA GIUSTINIAN

LA STORIA

La villa, insieme alla vicina barchessa e alla chiesetta padronale, sorge a pochi passi dal centro storico del piccolo Comune di Portobuffolè (TV). Varcata la cancellata retta da pilastri sormontati da statue, si arriva al suggestivo giardino a prato cinto da una quinta di pioppi cipressini, in mezzo al quale corre il vialetto ornato da statue barocche che conduce alla “Porta d’Acqua”, un ingresso architettonico che in origine permetteva l’approdo dal fiume Livenza, ora deviato. Il complesso fu edificato nel 1695 circa per i Cellini, ricca famiglia di origine toscana, che poco dopo lo cedette allo storico casato veneziano dei Giustinian dei Vescovi. La casa padronale è un corpo di fabbrica squadrato sviluppato su tre piani con una facciata classica ed essenziale. Le aperture sono binate, ritmate e simmetriche: quelle al piano terra e al secondo sono rettangolari, quelle al primo centinate. La parte centrale del fronte è sottolineata dal lungo poggiolo con balaustra lapidea a colonnine su cui affaccia una trifora a tutto sesto definita da esili pilastrini, al secondo piano una balaustra e altre tre ampie aperture con la sola centrale centinata. Al di sopra, il rialzo timpanato di coronamento con piccole anfore lapidee alle estremità. Le aperture del piano nobile mostrano in chiave di volta raffinati mascheroni e brevi coronamenti sommitali modanati. La facciata retrostante è uguale a quella principale, con due vistosi camini a tromba alle estremità. Gli annessi sono una grande barchessa isolata, con porticato che si svolge su due lati dell’edificio, e la cappella barocca di Santa Teresa, non di proprietà, notevole per il fronte classico, i due ariosi campaniletti retrostanti e la ricchezza degli interni, ingentiliti da stucchi, marmi e dipinti come quello del soffitto eseguito da Domenico Fabris. Entrati nel luminoso androne d’ingresso del corpo villa, lo scenografico scalone centrale porta alla grande sala del piano nobile e ai vani secondari laterali. Tutti gli spazi interni sono abbelliti da un vivace apparato decorativo: nella scalinata e nel salone sono visibili affreschi del primo Settecento, di scuola del Veronese, con scene allegoriche e architetture prospettiche illusorie, delicati per la gamma cromatica in tonalità pastello; in ogni stanza i virtuosi stucchi barocchi di G. Papa (come i sovrapporta a forte rilievo di ottima fattura), nonché pavimenti in terrazzo veneziano dagli eleganti disegni geometrici. In passato, la villa ospitò la famiglia imperiale d’Austria, illustri personalità della Chiesa, della Repubblica e degli Stati con cui i dogi ebbero rapporti. Oggi, dopo un accurato restauro, il complesso è diventato un elegante albergo e ristorante, sede di convegni ed eventi culturali.

I NOSTRI SERVIZI

Gioie del palato

La cucina della Villa si è ritagliata un posto d’onore nella migliore gastronomia della “Marca trevigiana” grazie anche agli abili Chef, che con fantasia e cura fanno rivivere la grande cucina della tradizione locale, riproponendo in ogni convivio i sapori, i profumi e le piacevoli emozioni dell’antica ospitalità in Villa.

Parco

La villa è circondata da un grande parco all’italiana percorso da un vialetto fiancheggiato da un corteo di statue barocche. Passeggiare tra il verde degli alberi e il mare dei prati vi darà la sensazione di vivere in un altro tempo.

Piscina con Whirphool

Aperta da maggio a settembre, la splendida piscina, con acqua riscaldata, idromassaggio e ampia zona relax è immersa nel verde del nostro parco e offre la possibilità di rilassarsi appieno nuotando o semplicemente stendendosi al sole.

APERTURA AL PUBBLICO

Intero complesso

Note : Albergo chiuso tre settimane a Gennaio. Ristorante chiuso Domenica sera e Lunedì.

CONTATTI

INDIRIZZO : Via Giustiniani 11 , Portobuffolè (TV)

Per informazioni CONTATTARE lo : 0422 850244

e-mail : info@villagiustinian.it

sito : www.villagiustinian.it

DOVE SIAMO

13 + 13 =

ENTRA NEL SITO WEB DELLA VILLA

CLICCA QUI