VILLA GRIMANI-MOROSINI-GATTERBURG

LA STORIA

Nel Veneto ci sono circa 4000 Ville Venete. Rappresentano Venezia in terraferma e sono testimonianza tangibile di un patrimonio culturale ed artistico prezioso, distribuito in una regione di appena 18.000 km2. Albaredo si trova nei pressi delle sorgenti del fiume Sile e dell’incrocio tra le strade romane Postumia e Aurelia ( Padova – Asolo ). La Villa fu costruita utilizzando parti di case preesistenti e dalle ricerche finora svolte risulta antecedente al 1600. Nel corso dei 400 anni di storia la Villa e le adiacenze subirono vari restauri come ad esempio quello del 1681 ad opera dell’architetto A. Rossi o del 1817 e 1835 a cura dell’architetto Michele Fapanni: nato in questo paese e figlio di Giacomo, il fattore della proprietà Grimani-Morosini- Gatterburg di Albaredo. Il patrimonio dei Grimani all’epoca comprendeva molte altre ville, ricordiamo le più legate a questa: Villa Grimani a Martellago (Cà della nave) alla quale era legata dal punto di vista produttivo (azienda agricola) Palazzo Grimani Verson a Padova in Prato della Valle costruito e restaurato negli stessi anni. Nel gennaio 1783 qui vi morì il N.H. Giovanni Grimani, sepolto poi a Martellago. Egli fu ambasciatore presso il Duca di York e dedicatario della commedia “L’amante di sé medesimo” del conosciuto commediografo veneziano Carlo Goldoni. Nel 1772 la Villa dai Grimani ai Servi passò alla famiglia Morosini (matrimonio nel 1772 di Loredana Maria Grimani con Francesco Morosini) e solo dopo 27 anni ai conti austriaci Gatterburg (matrimonio di Elisabetta Morosini con Paolo Antonio Gatterburg nel1799). Ciascun passaggio di proprietà lasciò il segno all’interno della Villa. Alla morte dell’ultima contessa Loredana Morosini Gatterburg avvenuta nel 1884 gli eredi vendettero l’immenso patrimonio immobiliare per procedere poi ad una grande asta tenutasi a Venezia con la conseguente dispersione in tutto il mondo dei loro beni. Le ultime tre Nobil Donne furono sepolte al 80 km da qui, a Pettorazza Grimani, La piccola villa di Albaredo venne acquistata dal ragioniere della contessa: Gustavo Tassoni il quale si stabilì con la famiglia agli inizi del 1900. Negli anni 1960 la Villa fu dei Pozzobon e nel 1984 acquistata dai Pozzobon-Zorzato. E’ stata da poco restaurata dagli attuali proprietari: una famiglia che vi risiede dal 1985. La villa all’interno custodisce quattro bassorilievi in gesso: “Le Quattro Stagioni o Età della vita” di Albert Thorvaldsen (1770-1844), importante scultore danese, uno dei massimi esponenti artistici del neoclassicismo assieme al veneto Antonio Canova (1757-1822).

 

INFORMAZIONI

VISITE GUIDATE Su prenotazione – tariffa : 3 € a persona – Durata circa 60 minuti

EVENTI Battesimi – Comunioni – Cresime – Anniversari – Riunioni familiari – Matrimoni – Riunioni aziendali – ecc. A partire da 10 € a persona (escluso catering)

BED & BREAKFAST 2 spaziose camere con bagno (ca. 30 mq.) al 1° piano – riscaldamento – sala per colazione

Periodo : da marzo a novembre Prezzo per camera da 60 a 120 € – posti letto 2+2 per camera

RIFERIMENTI

Sito : www.villagrimani.eu

Mail : villagrimani@villagrimani.eu Mario : 336 643446 Silvia : 340 2708086 Casa : 0423 481620

Associazione Ville Venete ( AVV) : www.villevenetescuole.it/progetto

 Istituto Regionale Ville Venete (IRVV): www.irvv.net/it/d/ville-aperte.htlm

CONTATTI

INDIRIZZO : Via Gazzie 9 , Albaredo di Vedelago (TV)

Per informazioni CONTATTARE lo : 0423 481620 ; 336 643446

e-mail : villagrimani@villagrimani.eu

sito : www.villagrimani.eu

 

 

DOVE SIAMO

1 + 10 =

ENTRA NEL SITO WEB DELLA VILLA

CLICCA QUI